title icon

Avviare una start up

l business non è roba per ricchi. Sono tanti i casi di chi ce l’ha fatta partendo da zero. Per questo se hai un’idea e vuoi metterti in gioco, non pensare che i soldi siano un ostacolo insormontabile: «La mancanza di capitale non può impedirti di realizzare i tuoi sogni» spiega Entrepreneur. La rivista di business americana offre qualche consiglio per chi vuole aprire un’azienda pieno di idee ed entusiasmo, ma ha solo pochi “spiccioli” per iniziare.

1. Chiediti perché hai bisogno di soldi

Per cominciare capisci bene quali sono i reali bisogni del tuo progetto. Chiaro, ogni business ha esigenze diverse. Ma è importante sapere per quali “voci” ti servono soldi e se esistono per ognuna dei metodi alternativi per finanziarti. Vediamo quali potrebbero essere le voci da coprire:

Licenze e permessi. Qui i costi sono variabili e dipendono dalla nazione in cui vuoi lanciare il tuo business.

Forniture. Hai bisogno di materie prime? Computer o altri dispositivi?

Attrezzatura. Ti servono macchine speciali o software?

Uffici. Questa è una voce che può comportare grosse spese. Non dimenticare di inserire i costi di Internet e altre utenze.

Registrazioni, sottoscrizioni. Hai bisogno di registrarti o abbonarti a qualche servizio? Considera anche questo nei costi.

Spese operative. Qui scava a fondo e inserisci tutte le spese operative come per esempio quelle legate al marketing.

Costi legali. Hai bisogno di consultare un avvocato durante lo sviluppo del tuo business?

Impiegati e freelance. Non puoi fare tutto da solo, avrai persone a libro paga.

Ciò premesso ora hai due strade da percorrere per lanciare un business con pochi soldi: 1) Abbassare i tuoi costi o aumentare il capitale disponibile con il supporto di fonti esterne. Ecco come fare.

 

StartupItalia1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.