Pubblicata la relazione annuale dal Garante Privacy sulle attività ispettive del 2019.

 

Il GDPR – General Data Protection Regulation consiste nella disciplina europea, contenuta nel Regolamento (UE) 679/2016, volta a innovare il sistema di trattamento e di circolazione dei dati personali delle persone che operano e risiedono nell’Unione Europea, nonché la loro protezione.

Il GDPR è una normativa obbligatoria che comporta sanzioni non indifferenti per le imprese che violano le norme e per quelle che non hanno provveduto ad effettuare l’adeguamento normativo.

Il 23 giugno 2020 è stata pubblicata la relazione annuale dal Garante Privacy sulle ispezioni svolte nel corso del 2019 che hanno portato a sanzioni di rilevante entità.

Il documento consente di capire di cosa le imprese dovranno maggiormente preoccuparsi nell’ambito della gestione dei dati, facendo il punto sui settori maggiormente sottoposti ad ispezione e sui nuovi scenari che si aprono per la protezione dei dati personali.

PROMOTERGROUP S.P.A. ha l’obiettivo di informare e supportare le imprese al fine di non incorrere in sanzioni.

Dalla relazione è emerso che l’interesse dell’Autorità Garante è rimasto invariato rispetto a:

  • istituti bancari, questa volta con riferimento ai servizi on-line;
  • società che svolgono attività di trattamento in ambito di marketing;
  • enti pubblici;
  • fatturazione elettronica;
  • whistleblowing;
  • Food Delivery;

Mentre maggiore attenzione è stata posta in relazione a:

  • Data breach, che rappresenta un new entry rispetto alle ispezioni passate;
  • Settore farmaceutico e sanitario.

 

GDPR Sanzioni e Attività Ispettive 

Sono emerse durate le attività ispettive gravi sanzioni soprattutto nel settore del telemarketing (una di 27,8 milioni di euro e un’altra di 11,5 milioni di euro). Le sanzioni sono state rivolte ad operatori che hanno utilizzato i dati degli abbonati senza il loro consenso. A fronte di ciò sono state varate nuove regole a tutela dei consumatori censiti nei sistemi di informazione creditizia, per rispondere alle sfide della digital economy e imporre trasparenza sul funzionamento degli algoritmi.

Nel mondo del lavoro il Garante ha fissato le regole per l’uso delle nuove tecnologie, con particolare riguardo al controllo dei lavoratori e alla gestione della posta elettronica.

Per evitare sanzioni è fondamentale, indipendentemente dall’appartenenza alle categorie descritte, riuscire a comprendere l’obbligo dell’adeguamento alla normativa.

Sei sicuro, in materia di sicurezza dati, di avere tutti i requisiti a norma di legge?

Per maggiori informazioni ti consigliamo di chiamare il team di professionisti PROMOTERGROUP S.p.A. allo 0932/862613 o inviare una mail a info@promotergroup.eu o su www.promotergroup.eu/contatti .