DVR  e Sanzioni.

Il DVR è il Documento di Valutazione Rischi finalizzato a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori secondo la normativa nazionale.

Dal 1 giugno 2013 l’elaborazione del DVR è obbligatoria in tutte le imprese con almeno un dipendente, distinto dallo stesso datore di lavoro.

Il “Testo Unico sulla sicurezza” stabilisce che è il datore di lavoro che ha l’obbligo di redigere il DVR con l’ausilio del responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) e del medico, previa consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS/RLST).

Il DVR deve essere predisposto entro 90 giorni dall’inizio di ciascuna unità produttiva. Deve evidenziare da un lato le criticità e le relative misure di miglioramento, e dall’altro le esposizioni ai rischi effettivamente presenti nel contesto lavorativo.

Sanzioni

Esistono diversi enti che possono richiedere di visionare il DVR: l’ASL, l’INPS, l’INAIL, Vigli del Fuoco. Questi enti una volta controllato il DVR possono addebitare sanzioni nel caso in cui non sia stato compilato correttamente.

Le sanzioni vanno da un minimo di 3.000 fino ad un massimo di 15.000 Euro di ammenda al datore di Lavoro e pene detentive fino a otto mesi.

Inoltre la mancata redazione del DVR, se reiterata, può comportare anche la sospensione dell’attività imprenditoriale.

Il consiglio di PROMOTERGROUP è quello di affidarvi sempre ad esperti che possano aiutarvi a stilare correttamente il DVR, al fine di non incorrere in sanzioni amministrative e penali; raggiungendo così l’obiettivo di sicurezza e mettersi a norma di legge risparmiando tempo e denaro.

Sicurezza: Obblighi per le aziende

Tutte le aziende, anche con un solo lavoratore, oltre all’obbligo di redigere il DVR, sono tenute a rispettare una serie di altri adempimenti, come:

  • nominare il responsabile della sicurezza per la prevenzione e protezione (RSPP);
  • nominare l’addetto alla prevenzione incendi, ove tenuto;
  • nominare l’addetto al pronto soccorso;
  • nominare il medico competente ove tenuti alla sorveglianza sanitaria;
  • dotare i lavoratori, ove tenuti, dei dispositivi di protezione individuale (DPI);
  • designare il rappresentante di lavoratori e comunicare il nominativo all’INAIL;
  • formare e informare i lavoratori sui rischi specifici della loro attività.

PROMOTERGROUP è a fianco delle aziende che vogliono adempiere agli obblighi normativi.

Per maggiori informazioni potete contattarci allo 0932/862613, inviando una mail a info@promotergroup.eu o su www.promotergroup.eu/contatti