title icon

PSR SICILIA 2014-2020: Bando Misura 5.1 – Prevenzione calamità naturali in agricoltura

scheda di sintesi misura 5.1

Con l’obiettivo di sostenere investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre il rischio di calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici il Dipartimento Agricoltura della Regione Siciliana ha pubblicato la misura 5.1 PSR Sicilia “Sostegno a investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici”.
L’intervento, prevede la concessione di contributi per la realizzazione di:
• impianti antigrandine;
• opere di prevenzione del dissesto idrogeologico, dell’erosione ed interventi di ingegneria naturalistica;
• sistemazione di alvei fluviali e canali irrigui;
• reti antinsetto per serre e vivai ed altre opere per la prevenzione delle fitopatie.
Sono inoltre considerate ammissibili le spese generali per studi di fattibilità, progettazioni, consulenze e servizi, oneri fideiussori ed informativi nel limite del 12% del totale.

I beneficiari della sottomisura sono:
• gli imprenditori agricoli singoli o loro associazioni;
• Enti pubblici delegati a norma di legge in materia di bonifica, per investimenti in azioni di prevenzione da rischi di inondazioni/alluvioni, a condizione che sia stabilito un nesso tra l’investimento intrapreso e il potenziale produttivo agricolo.

Il bando che gode di una dotazione finanziaria di 5.000.000 € prevede un’intensità del sostegno, concesso sotto forma di contributo in conto capitale, del:
• 80% del costo dell’investimento ammissibile per interventi di prevenzione realizzati da singoli agricoltori e, in generale, per gli investimenti non riguardanti infrastrutture (anche per gli associati vale 80% se non riguarda infrastrutture);
• 100% del costo dell’investimento ammissibile solo per gli investimenti in infrastrutture per interventi di prevenzione realizzati collettivamente da più beneficiari o da Enti pubblici a condizione che vi sia un nesso con la produzione agricola.

Le proposte progettuali potranno prevedere un valore compreso fra un minimo di 30.000 euro ed un massimo di 150.000 euro per la prevenzione di avversità abiotiche (600.000 euro in caso di imprese associate ed enti pubblici di bonifica). Per gli interventi di prevenzione delle fitopatie gli importi devono essere compresi fra 10.000 e 150.000 euro (600.000 euro per aziende associate.

Per maggiori informazioni contattaci allo 0932/862613.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi