Super User

Super User

 

NUOVO ACCORDO ANAC-MITE PER IL MONITORAGGIO SULL'APPLICAZIONE DEI CRITERI AMBIENTALI MINIMI

Rinnovato l’accordo di collaborazione per altri tre anni per confermare e rilanciare l’attività di monitoraggio.

 

L’attenzione alla sostenibilità è sempre più importante. La temperatura globale media è già superiore di 1°C rispetto ai livelli preindustriali e, in mancanza di un'azione efficace per il conseguimento di questi obiettivi, il riscaldamento continuerà a un ritmo insostenibile e potrebbe superare i 3°C entro la fine del secolo. L'aumento delle temperature continuerà a causare, con frequenza sempre maggiore, eventi climatici estremi (forti siccità, tempeste e ondate di calore), lo scioglimento dei ghiacciai con conseguente innalzamento del livello dei mari, la distruzione degli habitat naturali e gravi conseguenze per le comunità e il loro sostentamento.

Il cambiamento climatico rappresenta la questione Esg di prioritaria importanza per gli investitori istituzionali, ma la maggior parte di loro ha difficoltà a integrare l’analisi dei rischi climatici all’interno dei propri portafogli di investimento.

Questo è ciò che emerge dal nuovo studio condotto da Macquarie Asset Management che ha intervistato 180 investitori istituzionali globali di real asset, tra cui gestori patrimoniali, banche, consulenti e advisors, fondazioni, compagnie assicurative e fondi pensione, che insieme rappresentano più di 21 mila miliardi di dollari di asset under management.

Secondo questo studio:

  • il 47% tiene traccia di alcune o di tutte le emissioni dei propri portafogli di investimento
  • il 46% generalmente non affronta nei propri portafogli i rischi climatici fisici e di transizione posti dal climate change
  • solo il 35% degli investitori intervistati si è impegnato ad allineare i propri investimenti all’obiettivo net zero entro il 2050.

Tra le aziende, la percentuale di quelle con una funzione dedicata Esg è cresciuta dal 47% al 59% rispetto all’ultima survey condotta da Macquarie Asset Management nel 2019.

Questa attenzione alla sostenibilità negli investimenti è destinata a intensificarsi, come dimostra il fatto che l’89% indica l’intenzione di incrementarla nei prossimi due anni.

La survey annuale di Aviva Investors ha invece preso in esame oltre 1.100 decision-maker appartenenti al mondo assicurativo e dei fondi pensione globali, che insieme rappresentano oltre 2.000 miliardi di euro di asset in gestione. Dai dati emerge che negli ultimi 12 mesi gli investitori istituzionali globali hanno aumentato significativamente il loro impegno nell’implementare obiettivi net zero nei portafogli, pur essendo sempre più consapevoli delle sfide da affrontare per raggiungere tali target.

Infine, quanto ai Kpi climate focused più importanti per il business, il “physical climate risk” è stato citato dagli assicuratori (35%) e dai fondi pensione (37%), seguito dal “carbon footprint” (32% assicuratori e 36% fondi pensione). Gli intervistati si sono espressi anche in merito alle sfide da affrontare per raggiungere questi obiettivi, con oltre l’80 (87% assicuratori e 85% fondi pensione) che giudicano le pressioni ambientali derivanti dagli investimenti in nuove infrastrutture molto o mediamente scoraggianti.

Giovedì, 02 Dicembre 2021 14:21

EMPLOYEE BRANDING: MATTEO IURATO

 

EMPLOYEE BRANDING: MATTEO IURATO

Dinamicità, Problem solving, determinazione e curiosità sono i tratti caratteristici di Matteo Iurato, Consulente tecnico Area Agroalimentare e certificazioni FOOD & NO FOOD. In particolare si occupa di assistenza tecnica agronomica, consulenza per la certificazione global, norme del mondo delle certificazioni Iso e cogenze normative.

Conosciamo meglio Matteo

Era il 2014 quando Matteo sente per la prima volta parlare di "Promotersud" da un conoscente che gli racconta di questa nuova realtà, suscitando in lui una tale curiosità da portarlo a fissare un appuntamento con il presidente Gianni Polizzi per un colloquio. Subito dopo gli viene proposto di entrare a far parte della squadra come tecnico in quanto l'azienda in quel momento era proprio alla ricerca di una figura professionale come la sua.

Matteo ama ascoltare musica e fare sport. Le sue più grandi passioni sono i viaggi, la fotografia, il mare e il surf. L’amore per il mare ha da sempre fatto parte della sua vita e lo ha portato a coltivare la passione per il surf.

Raccontaci un aneddoto, una vicenda in particolare, in merito al tuo legame con Promotergroup

 “In tanti anni di lavoro all’interno di Promotergroup S.p.A. sono tante le cose successe, ma senza alcun dubbio uno degli aneddoti più significativi è stato quando, all'inizio del mio percorso in azienda, ancora prima di calarmi nella nuova realtà lavorativa, ho avuto delle difficoltà di adattamento che non mi consentivano di dare il 100% nel mio lavoro; successivamente, grazie al supporto e alla disponibilità in primis del presidente Gianni Polizzi, dell'azienda e dei colleghi il mio approccio è cambiato radicalmente e sono riuscito a dimostrare il mio valore e ad entrare a far parte del percorso di crescita dell'azienda, che ormai dura da anni a che mi ha permesso di raggiungere molti traguardi e soddisfazioni sia personali che di squadra.”

Come vedi il tuo rapporto con l’azienda?

Matteo considera l'azienda come una famiglia allargata che ha contribuito in maniera importante alla sua crescita sia professionale che umana sotto molti punti di vista e che gli ha permesso di conoscere nuovi amici prima che colleghi. Se pensa a quando è entrato in azienda Matteo ritiene di aver fatto un enorme cambiamento: ad oggi è una persona molto più matura ed è sicuro che la sua permanenza in azienda continuerà a portare avanti questo percorso di crescita con nuove sfide e progetti.

Quali sono i tuoi sogni/obiettivi futuri?

“L'obiettivo principale è quello di continuare a crescere professionalmente, aumentando le mie competenze nei vari ambiti professionali, e aiutare l'azienda a raggiungere nuovi obiettivi che non mancano mai. Ogni giorno ci si presentano nuove sfide che rendono l'ambiente di lavoro sempre più stimolante”.

Cambiamento

Secondo Matteo il cambiamento spesso può fare paura perché si va incontro a qualcosa di nuovo e ignoto ma che se affrontato con gli stimoli giusti si trasforma nella miglior cosa che possa capitare: uscire dalla propria comfort zone è l'unico modo per crescere e migliorarsi. In azienda le occasioni per sfidare se stessi non mancano come quando Matteo ha deciso di intraprendere il percorso di formazione per sostenere l'esame abilitante alla professione di Agrotecnico, professione che non faceva esattamente parte del suo percorso di studi ma che ha accettato con piacere, raggiungendo anche l'obiettivo!

Ci racconti il progetto più sfidante a cui hai partecipato?

“Un altro progetto che mi ha stimolato e gratificato molto nel mio percorso di crescita è stato quando l'azienda ha voluto scommettere su di me, dandomi la possibilità di studiare e conseguire il titolo di Auditor/Lead Auditor UNI EN ISO 9001:2015 consentendomi di cimentarmi nel mondo delle certificazioni.”

 

 

 

CAMBIAMENTO CLIMATICO PRIORITARIO PER GLI INVESTITORI ISTITUZIONALI GLOBALI

Sostenibilità sempre più importante, ma l’integrazione del rischio climatico è in ritardo. Le indagini Macquarie e Aviva.

 

L’attenzione alla sostenibilità è sempre più importante. La temperatura globale media è già superiore di 1°C rispetto ai livelli preindustriali e, in mancanza di un'azione efficace per il conseguimento di questi obiettivi, il riscaldamento continuerà a un ritmo insostenibile e potrebbe superare i 3°C entro la fine del secolo. L'aumento delle temperature continuerà a causare, con frequenza sempre maggiore, eventi climatici estremi (forti siccità, tempeste e ondate di calore), lo scioglimento dei ghiacciai con conseguente innalzamento del livello dei mari, la distruzione degli habitat naturali e gravi conseguenze per le comunità e il loro sostentamento.

Il cambiamento climatico rappresenta la questione Esg di prioritaria importanza per gli investitori istituzionali, ma la maggior parte di loro ha difficoltà a integrare l’analisi dei rischi climatici all’interno dei propri portafogli di investimento.

Questo è ciò che emerge dal nuovo studio condotto da Macquarie Asset Management che ha intervistato 180 investitori istituzionali globali di real asset, tra cui gestori patrimoniali, banche, consulenti e advisors, fondazioni, compagnie assicurative e fondi pensione, che insieme rappresentano più di 21 mila miliardi di dollari di asset under management.

Secondo questo studio:

  • il 47% tiene traccia di alcune o di tutte le emissioni dei propri portafogli di investimento
  • il 46% generalmente non affronta nei propri portafogli i rischi climatici fisici e di transizione posti dal climate change
  • solo il 35% degli investitori intervistati si è impegnato ad allineare i propri investimenti all’obiettivo net zero entro il 2050.

Tra le aziende, la percentuale di quelle con una funzione dedicata Esg è cresciuta dal 47% al 59% rispetto all’ultima survey condotta da Macquarie Asset Management nel 2019.

Questa attenzione alla sostenibilità negli investimenti è destinata a intensificarsi, come dimostra il fatto che l’89% indica l’intenzione di incrementarla nei prossimi due anni.

La survey annuale di Aviva Investors ha invece preso in esame oltre 1.100 decision-maker appartenenti al mondo assicurativo e dei fondi pensione globali, che insieme rappresentano oltre 2.000 miliardi di euro di asset in gestione. Dai dati emerge che negli ultimi 12 mesi gli investitori istituzionali globali hanno aumentato significativamente il loro impegno nell’implementare obiettivi net zero nei portafogli, pur essendo sempre più consapevoli delle sfide da affrontare per raggiungere tali target.

Infine, quanto ai Kpi climate focused più importanti per il business, il “physical climate risk” è stato citato dagli assicuratori (35%) e dai fondi pensione (37%), seguito dal “carbon footprint” (32% assicuratori e 36% fondi pensione). Gli intervistati si sono espressi anche in merito alle sfide da affrontare per raggiungere questi obiettivi, con oltre l’80 (87% assicuratori e 85% fondi pensione) che giudicano le pressioni ambientali derivanti dagli investimenti in nuove infrastrutture molto o mediamente scoraggianti.

Giovedì, 25 Novembre 2021 14:43

EMPLOYEE BRANDING: GIUSEPPE PUGLISI

 

EMPLOYEE BRANDING: GIUSEPPE PUGLISI

Disponibilità, pazienza, spirito di sacrificio: questi i tratti caratteristici di Giuseppe Puglisi, Tecnico di cantiere Area Tecnica. Giuseppe essendo molto pragmatico pone attenzione ai dettagli lavorando con grande impegno e professionalità, seguendo le pratiche con gli enti pubblici, la committente e le imprese.

Conosciamo meglio Giuseppe

Giuseppe arriva in Promotergroup S.p.A., nel marzo 2019 tramite la segnalazione di una posizione aperta come geometra, da parte del suo più caro amico Angelo D’Amato, dipendente anche lui di Promotergroup S.p.A.. Decide così di inviare il proprio cv con la voglia di iniziare un nuovo percorso nella sua città natale, dopo alcuni anni vissuti nelle Langhe.

Tra le passioni di Giuseppe c’è la musica che non deve mai mancare; fin da bambino infatti la musica è stata una compagna di vita, dai viaggi in macchina con le cassette, allo studio della teoria della stessa e di strumenti come il sassofono e la chitarra, ai concerti rock in mezzo a migliaia di persone. Altra grande passione è la cucina, in particolare la preparazione di dolci che ama condividere con amici e colleghi, e la preparazione di cene accompagnate da un buon vino (tra i preferiti il barbera). Per ultimo e non per importanza ama le escursioni in moto con gli amici ad esplorare paesaggi e strade (anche non asfaltate). Il suo sport preferito è il pugilato che pratica a livello amatoriale e diventato la sua filosofia di vita.

"Nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti. Così sei un vincente!". (R. Balboa)

Raccontaci un aneddoto, una vicenda in particolare, in merito al tuo legame con Promotergroup

"Un aneddoto particolare che voglio citare è l'evento Green Team Building organizzato presso Promo.Ter.Agri, una giornata speciale che ha coinvolto tutti i dipendenti indipendentemente dalla gerarchia, a partire dal Presidente Gianni Polizzi, fino agli stagisti; unico obiettivo dell’evento è stato quello di riportare in vita un luogo in completo stato di abbandono trapiantando alberi di limoni. Pensare allo stato di quel posto nei mesi precedenti e vedere il verde delle piante e delle casacche che indossavamo è stata una grande emozione".

Come vedi il tuo rapporto con l’azienda?

Giuseppe reputa Promotergroup S.p.A. un’azienda dinamica e con grandi opportunità di formazione e di crescita professionale. La fiducia e il rispetto reciproco è ciò che conta per Giuseppe. Fin da subito disponibile con tutti i colleghi non si tira indietro di fronte a qualsiasi progetto o proposta che accoglie con grande entusiasmo ed impegno, che sia la progettazione o un rilievo topografico anche nei terreni più sconnessi.

Quali sono i tuoi sogni/obiettivi futuri?

Attualmente l’obiettivo principale di Giuseppe è quello di crescere sempre di più professionalmente e di migliorarsi ogni giorno al fine di contribuire alla crescita dell’azienda. Obiettivo futuro è quello di iniziare il suo cantiere e ristrutturare la sua casa per realizzarsi anche a livello personale.

Cambiamento

"Cambiamento significa crescita, sapersi adattarsi alla situazione ed essere dinamici. Il cambiamento che Promotergroup S.p.A. sta portando nella mia vita è sia a livello caratteriale portandomi ad essere più dinamico uscendo da dietro la scrivania, sia a livello personale grazie alla possibilità di lavorare nella mia città potendo progettare il mio futuro".

Ci racconti il progetto più sfidante a cui hai partecipato?

"Sicuramente il progetto più impegnativo è quello di Promo.Ter.Agri sia per la complessità che per la vastità del progetto. Promo.ter.Agri è una start up innovativa agricola, costituita ad ottobre 2019 che non si configura come una semplice azienda agricola, ma si pone l’obiettivo di rappresentare un volano per l’agricoltura del territorio. Innovatività, ricerca, sviluppo tecnologico, green economy sono alcune delle parole chiave che fanno di Promo.ter.Agri un’azienda unica nel suo genere. Per me Promo.ter.Agri rappresenta un progetto innovativo per il territorio di cui sono orgoglioso di farne parte".

 

 

 

NOVITÀ BANDO RESTO AL SUD: INCENTIVI ESTESI AL COMMERCIO E ALLE ISOLE MINORI DEL CENTRO NORD

Dal 17/11/2021 accesso più ampio agli incentivi. Si superano i confini territoriali arrivando al Centro Nord.

 

Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche Umbria) e nelle isole minori marine, lagunari e lacustri del Centro-Nord. È rivolto a chi ha un’età compresa tra 18 e 55 anni.

I fondi disponibili ammontano a 1 miliardo e 250 milioni di euro. Le agevolazioni coprono il 100% delle spese ammissibili e sono così composte:

  • 50% di contributo a fondo perduto
  • 50% di finanziamento bancario garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi sono interamente a carico di Invitalia.

Le due novità che rafforzano l’incentivo di Invitalia per l’apertura di nuove attività riguardano l’estensione alle attività commerciali e alle isole minori del Centro-Nord, attività e luoghi che finora erano esclusi dal bando e valide dal 17/11/2021.

Il doppio ampliamento, che riguarda i settori di applicazione e i confini geografici, è stabilito dall’articolo 13 della Legge 9 novembre 2021, n. 156 (legge di conversione con modificazioni del Decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121).

Le isole del Centro-Nord a cui sono stati estesi gli incentivi sono le seguenti:

Isole minori marine

  • Campo nell'Elba
  • Capoliveri
  • Capraia
  • Giglio
  • Marciana
  • Marciana Marina
  • Ponza
  • Porto Azzurro
  • Portoferraio
  • Portovenere
  • Rio
  • Ventotene

Isole lagunari e lacustri:

  • Isole della laguna veneta: Lido, Murano, Pellestrina, Burano, Sant’Erasmo, Mazzorbo, Vignole, Torcello, San Giorgio, San Michele, San Clemente, San Francesco del Deserto, Marzobetto, San Lazzaro degli Armeni
  • Isole della laguna di Grado: Isola di Grado, Isola di Santa Maria di Barbana, Isola di Morgo
  • Isole del lago d’Iseo: Monte Isola
  • Isole del lago di Garda
  • Comacina (lago di Como)
  • Isola d’Orta – San Giulio
  • Isole del lago Trasimeno: Isola Maggiore e Isola Polvese
  • Isole Borromee: Isola Superiore, Isola Bella, Isola Madre, Isola San Giovanni

Hai tutti i requisiti e vorresti un’attività commerciale?

Contattaci allo 0932/862613, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o su https://www.promotergroup.eu/index.php/contattaci

 

Giovedì, 18 Novembre 2021 14:29

EMPLOYEE BRANDING: AUSILIA IPPOLITO

 

EMPLOYEE BRANDING: AUSILIA IPPOLITO

Empatia, disponibilità, creatività e determinazione sono i tratti caratteristici di Ausilia Ippolito, Social Media Manager Area Comunicazione, eventi e Marketing. Ausilia è una persona ottimista, testarda e paziente che cerca di trovare sempre il “lato positivo” delle cose, aspetto che le permette di non lasciarsi scoraggiare dagli ostacoli e di raggiungere gli obiettivi prefissati. Alcuni la definiscono fin troppo ottimista, sognatrice e una buona ascoltatrice.

Conosciamo meglio Ausilia

Ausilia è arrivata da poco in Promotergroup S.p.A., ovvero nel giugno del 2020. Dopo aver concluso da poco il percorso lavorativo all’interno di un’agenzia di comunicazione decide di inviare il suo curriculum. Viene contattata subito per effettuare il colloquio e viene selezionata insieme ad un’altra ragazza per iniziare un percorso di tre settimane. Alla fine dell'esperienza è stata assunta e con grande entusiasmo è entrata a far parte del Team. La sua più grande passione che ha trasformato in lavoro è la Comunicazione e il Marketing e tutto ciò che riguarda la tecnologia; le piace infatti “smanettare” fin quando non riesce a trovare la soluzione ai dubbi o problemi. Questa passione la porta infatti a trasferirsi a Roma per conseguire la Laurea Magistrale in Organizzazione e marketing per la comunicazione d’impresa. Un settore che la incuriosisce è quello della SEO: ogni giorno migliaia di potenziali clienti, ancora prima di scegliere un servizio, si informano, interrogando Google. Quando può infatti continua a sviluppare le conoscenze e le competenze necessarie per essere all’avanguardia in un ambiente che è sempre in rapida evoluzione. 

Altra passione è la danza che ha iniziato a coltivare fin dall'età di tre anni per poi appassionarsi ai balli di coppia (liscio, latino americano e danze caraibiche) che ha proseguito per più di 12 anni partecipando a gare a livello regionale. La strada finisce nel momento in cui inizia l’università e si trasferisce prima a Catania e poi a Roma. Nel tempo libero adora trascorrere le giornate con la famiglia e con gli amici di una vita e quando può cerca di viaggiare ed esplorare posti nuovi.

Raccontaci un aneddoto, una vicenda in particolare, in merito al tuo legame con Promotergroup

“Sono due in particolare gli aneddoti che vorrei citare. Il primo riguarda l’ultimo meeting aziendale tenutosi ad agosto. Nel corso di quel meeting, inaspettatamente, l'azienda ha deciso di premiarmi tra i migliori dipendenti, premio accompagnato dalle bellissime parole del Presidente Gianni Polizzi. Tale riconoscimento mi ha dato grande soddisfazione, non tanto per il premio in sé ma perché ha dimostrato l’apprezzamento e l’attenzione nei confronti del lavoro svolto fino ad oggi. Il secondo riguarda la comunicazione della candidatura di Promotergroup S.p.A. ai Le Fonti Awards come Eccellenza dell'Anno/Consulenza & Leadership - Sicurezza sul lavoro, premio che l’azienda ha vinto a luglio. Questo premio sembrava così lontano da raggiungere, quasi un sogno, e invece grazie al grande impegno dei consulenti e alla comunicazione massiva dell’ultimo anno, su diversi canali online e offline, gestita da me e dal Responsabile d’Area, è diventato realtà. Questo mi ha fatto ancor di più comprendere che è il Team a fare la differenza! Il mix delle competenze e la passione in quello che si fa prima o poi porta a grandi risultati.

Come vedi il tuo rapporto con l’azienda?

Ausilia considera Promotergroup S.p.A. una realtà dinamica e in continua evoluzione che valorizza la passione e il lavoro dei dipendenti e questo è ciò che realmente spinge a dare il massimo e ad affrontare ogni progetto con impegno e determinazione. Una volta entrata si sentiva già parte del Team anche grazie al Responsabile d’Area che fin dall'ingresso in azienda l’ha supportata, apprezzata e spronata a dare sempre il meglio. Anche le figure più senior l’hanno fatta sentire subito a suo agio. Lavorare su più settori diversi e interfacciarsi con tutte le aree le ha permesso di conoscere nuovi settori. La collaborazione e la comunicazione interna infatti per Ausilia è uno dei punti di forza di un’azienda: lavorare in un team giovane e dinamico composto da persone con competenze trasversali è un’ottima fonte di crescita sia personale che professionale.

In azienda si occupa dei contenuti per il web e la gestione dei social media. Ogni persona trascorre più di 100 giorni all'anno su internet. Ecco perché è impensabile per le aziende escludere il mondo del social media marketing e la comunicazione in generale dalla propria strategia di crescita aziendale. 

Quali sono i tuoi sogni/obiettivi futuri?

“Da Catania mi sono trasferita a Roma per iniziare gli studi in Marketing e Comunicazione d'Impresa con l'obiettivo di lavorare un giorno in azienda. Oggi posso dire che questo obiettivo è stato raggiunto!

Il mio obiettivo a breve termine è quello di crescere professionalmente e ampliare le mie competenze in ogni ambito della comunicazione e del marketing e di conseguenza far crescere sempre di più l'azienda e di conseguenza l’Area Comunicazione e Marketing interna. Altro sogno è quello di realizzarmi e di trovare il giusto equilibrio tra la sfera privata e quella professionale. Obiettivo futuro è quello di lavorare in un team variegato e avere conoscenze tali da poter riuscire a gestire sia il lato analitico che creativo gestendo a 360° più progetti di comunicazione”.

Cambiamento

“La tua vita inizia dove finisce la tua zona di comfort” (Neald Donald Walsch)

Per Ausilia il cambiamento è ciò che porta a superare i limiti e i confini imposti dalla mente. Molte volte è difficile intraprendere la strada del cambiamento perché comporta l'abbandono delle proprie abitudini ed è qui che compare la paura del nuovo. Uno dei cambiamenti più importanti della sua vita è stato quello di trovarsi catapultata nella capitale nonostante fosse abituata a vivere in un piccolo paesino. Quelli li definisce gli anni più belli in cui ha imparato che il cambiamento anche se spaventa permette di raggiungere grandi obiettivi. L'obiettivo dopo la laurea era quello di rimanere a vivere e lavorare a Roma ma le circostanze/“destino” l’hanno portata ad un nuovo cambiamento (nuova casa, nuova città) e ad iniziare la prima esperienza di lavoro a Vittoria, in un’agenzia che l’ha formata a 360°. Promotergroup S.p.A. rappresenta per Ausilia il cambiamento che le sta permettendo di crescere a livello professionale ma anche a livello caratteriale.

Ci racconti il progetto più sfidante a cui hai partecipato?

“Per me ogni giorno all’interno di Promotergroup S.p.A. è una nuova sfida grazie alle mille idee e progetti che nascono. Sicuramente uno dei progetti più sfidanti è stato il percorso che mi ha portato poi all'interno del Team. Lavorare su tre progetti diversi in tre settimane, in un ambiente sconosciuto, per poi presentarli davanti al Presidente Gianni Polizzi e ai membri del CdA è stata un'esperienza altamente stimolante e formativa che mi ha permesso di entrare all'interno dell'azienda sicuramente con una maggiore conoscenza degli obiettivi e delle strategie aziendali…”

Altro progetto sfidante come dipendente Promotergroup S.p.A. è stato il prendere in mano fin da subito la gestione delle pagine social e creare quelle delle aziende partner".

 

 

Lunedì, 15 Novembre 2021 11:39

OSHA: LE 10 MAGGIORI VIOLAZIONI NEL 2021

 

OSHA: LE 10 MAGGIORI VIOLAZIONI NEL 2021 

OSHA ha rivelato quali sono le 10 maggiori violazioni ai suoi standard riscontrate con maggiore frequenza nei luoghi di lavoro nel 2021.

 

Per l'undicesimo anno consecutivo, nonostante tutte le attività di promozione della sicurezza e i protocolli messi in campo, la violazione più frequente è sempre la stessa: la caduta dall'alto. L'elenco del 2021 dell’OSHA, Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, include le stesse 10 violazioni dell'anno precedente (e in effetti anche lo stesso elenco del 2019), sebbene l'ordine sia leggermente cambiato. Le diapositive seguenti riportano il numero totale di violazioni (basato sul conteggio preliminare dell'OSHA), nonché la classifica di ciascuna violazione nell'anno precedente.

Di seguito l’elenco completo delle 10 maggiori violazioni riportate dalle aziende in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro nel 2021:

  1. Protezione cadute dall’alto
  2. Protezione respiratoria
  3. Scale
  4. Sicurezza ponteggi e impalcature
  5. Comunicazione dei rischi
  6. Lockout/Tagout
  7. Requisiti protezione anti-caduta
  8. Protezione occhi e viso
  9. Carrelli elevatori e carrelli industriali
  10. Sicurezza protezione macchine

 

Promotergroup S.p.A. è una Global Service che vanta una lunga esperienza nel mercato nazionale dei servizi per la salute e la sicurezza sul lavoro supportando centinaia di imprese ed enti di ogni settore.

Contattaci per una consulenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giovedì, 11 Novembre 2021 14:27

EMPLOYEE BRANDING: ANGELA SALLEMI

 

EMPLOYEE BRANDING: ANGELA SALLEMI

Determinata, ambiziosa, dinamica e sempre pronta ad affrontare nuove sfide. Vi presentiamo Angela Sallemi, Responsabile contrattualistica Area Amministrazione. Ad Angela piace osservare, lavorare con precisione e portare a termine il lavoro iniziato.

Conosciamo meglio Angela

Angela è arrivata da poco in Promotergroup S.p.A., ovvero a settembre del 2020. Ha vissuto tanti anni a Parma e prima del lockdown, per cause di forza maggiore è dovuta tornare a Vittoria, dove poi è rimasta bloccata. Ha quindi deciso di rimboccarsi le maniche e iniziare a cercare un'occupazione in zona e, tramite una referenza è stata chiamata per fare il colloquio con il presidente Gianni Polizzi e la responsabile dell'area amministrazione Serena Morando, poi diventata la sua responsabile. Quindi, allo stato dei fatti, per Angela il lockdown non è stato poi così male. Angela si reputa una persona con grande spirito di adattamento, simpatica e sempre disponibile. La sua più grande passione è il mare, adora fare lunghe passeggiate sulla riva e stare anche solo ad osservarlo. La più grande paura negli anni vissuti a Parma era proprio quella di non poter più godere del suo amato mare per 365 giorni l'anno. Angela adora stare in compagnia degli amici di sempre. È un'appassionata di tutto ciò riguarda il mondo del beauty, ed in particolare della skincare.

Raccontaci un aneddoto, una vicenda in particolare, in merito al tuo legame con Promotergroup

“Quando sono arrivata per fare il colloquio mi sentivo ormai pronta e con una grande voglia di iniziare a lavorare. Mi sono presentata con la consapevolezza e la convinzione che se gli fossi piaciuta avrei cominciato da subito, ma, non pensavo così in fretta. Infatti, quando il presidente Gianni Polizzi mi chiese quando sarei stata disposta a cominciare risposi: anche subito. E lui mi prese proprio alla lettera e mi disse: E se ti chiedessi di cominciare ora? Ovviamente non potevo che accettare e quindi subito dopo il colloquio, grazie anche ad un pizzico di fortuna (mi sono trovata nel posto giusto al momento giusto), mi ritrovai seduta dietro ad una scrivania”.

Come vedi il tuo rapporto con l’azienda?

Nonostante ancora la breve esperienza in Promotergroup S.p.A. il rapporto di Angela con l'azienda si basa sulla fiducia reciproca e il raggiungimento di obiettivi comuni. Inoltre essendo Promotergroup S.p.A. una realtà giovane, dinamica e proattiva, colma di gente capace e con tanta voglia di fare, con cui potersi interfacciare, far parte del Team per Angela è come una continua opportunità di crescita a livello personale, ma anche e soprattutto a livello professionale.

Quali sono i tuoi sogni/obiettivi futuri?

"Il mio sogno e obiettivo futuro è la realizzazione a 360° sia a livello professionale che personale. Mi auguro di non fermarmi mai, e di continuare ad accrescere sempre più le mie competenze e conoscenze. E in questo sono convinta che una realtà come Promotergroup S.p.A. possa essermi di grande aiuto".

Cambiamento

Per Angela il cambiamento significa uscire dalla cosiddetta zona di comfort e dunque crescere ed allargare i propri orizzonti affrontando sempre nuove sfide. Per Angela il cambiamento è la fonte essenziale per migliorarsi ogni giorno e Promotergroup S.p.A. in questo rappresenta ciò che le ha permesso di cambiare sotto ogni punto di vista e che le ha dato la possibilità di rapportarsi con realtà e problematiche diverse.  

Ci racconti il progetto più sfidante a cui hai partecipato?

"Credo che se nel vocabolario cercassimo il significato della parola sfida ci sarebbe scritto Promotergroup S.p.A.. Sì, perché, le sfide qui sono all’ordine del giorno ed è questo che rende tutto più stimolante e interessante. La mia sfida più grande è stata proprio al mio ingresso in azienda. Nonostante la mia diversa formazione accademica ho comunque deciso di accettare e cominciare un nuovo percorso all’interno di un’Area, quella dell’Amministrazione, che reputavo meno dinamica ma che in realtà si è rivelata essere ricca di stimoli e di apprendimento continuo. Ed è anche grazie al supporto e alla formazione di Serena, la mia responsabile, e delle mie colleghe che oggi posso dire di essermi ricreduta e di essere soddisfatta di far parte del Team".

 

 

VERIFICA GREEN PASS IN AZIENDA: L’INPS OFFRE NUOVO SERVIZIO ONLINE

Servizio INPS Greenpass 50+ per agevolare la verifica online delle certificazioni verdi in azienda. Nuove funzioni per la verifica incrociata dei dati.

 

INPS in collaborazione con il ministero della Salute e SOGEI ha attivato la funzione della procedura Inps Greenpass50+, il servizio per la verifica “massiva” del green pass per le aziende private sopra 50 dipendenti, che consentirà di associare a ciascun verificatore dell’azienda l’unità produttiva di riferimento. 

L’avvio della nuova funzionalità di Greenpass50+ è stato reso noto dallo stesso Istituto con il messaggio numero 3768 del 3 novembre 2021. Il documento, oltre ad annunciare le novità, contiene anche le istruzioni per attivare il servizio. 

Aziende ed enti pubblici devono accreditarsi e indicare uno o più verificatori da abilitare ai controlli. Il servizio si utilizza accedendo tramite SPID. Il servizio mostra, per ogni azienda o ente, l’elenco dei dipendenti. 

Dal 4 novembre, sulla piattaforma Greenpass50+, è possibile assegnare a ciascun verificatore accreditato un elenco specifico di codici fiscali da esaminare. In questo modo si potranno abilitare più soggetti al servizio di verifica ed assegnare ad ognuno di essi un elenco preciso di dipendenti da verificare, decentrando l’onere (magari per unità operative o sedi) e riducendo le tempistiche necessarie. La verifica diventa in questo modo più rapida e circoscritta per venire incontro alle esigenze organizzative delle aziende.

Le attività di verifica devono essere effettuate esclusivamente nei confronti del personale effettivamente in servizio, giorno per giorno, escludendo quelli assenti per motivi giustificati (es.: ferie, malattie, permessi) o i lavoratori in smart working.

PASSAGGI DI ATTIVAZIONE

Le fasi di inserimento dei dipendenti sono così suddivise:

  • il primo passaggio di inserimento puntuale, in cui l’accreditatore, dopo aver selezionato l’azienda di interesse e aggiunto i verificatori, assegnerà a ciascuno di loro il gruppo di dipendenti da controllare;
  • il secondo passaggio di importazione massiva, in cui l’accreditatore potrà, dopo aver selezionato l’azienda di interesse, attivare la modalità di importazione massiva dei verificatori/dipendenti, selezionando l’opzione “Importa elenchi”, scegliendo tra due opzioni:

 

    • importare esclusivamente i codici fiscali dei verificatori, senza alcuna specificazione dei dipendenti;
    • importare i verificatori ed i relativi dipendenti associati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MIRABELLA PAESE ALBERGO FOODARTUR (CIBO-ARTE-TURISMO)

 

Mirabella Imbaccari, 4 novembre 2021. Si è svolta ieri la presentazione del progetto “Mirabella paese albergo FoodArTur (Cibo – Arte – Turismo) organizzata dal Comune di Mirabella Imbaccari in collaborazione con Promotergroup S.p.A., presso la Sala Conferenze Museo del Tombolo di Mirabella Imbaccari. Sono intervenuti il Sindaco Giovanni Ferro, il Dott. Gianni Polizzi, la Dott.ssa Eleonora Valenti e il dott. Mario Cugno.

FoodArTur nasce dal desiderio di voler portare una parte di tipicità siciliana, culinaria, artistica e turistica a casa di chi vive lontano da questa splendida isola ma anche dalla necessità di valorizzare le eccellenze del territorio mirabellese e dargli forma istituzionalizzata e concreta.

Parte dall’idea di rendere Mirabella Imbaccari un c.d. “Paese Albergo” attraverso la creazione di servizi recettivi diffusi ma anche dare forma concreta ed innovativa a tutta una serie di servizi integrati che permettano la valorizzazione delle valenze territoriali attraverso un’innovativa piattaforma web all’interno della quale tra l’altro sarà possibile acquistare prodotti e servizi territoriali.

Il modello Paese Albergo è una forma di ricettività sostenibile che propone una gestione organizzata dei posti letto disponibili sul territorio in modo da rendere il turista ospite dell’intera comunità, nella quale può ritrovare calore e autenticità delle relazioni.

Il progetto viene promosso dall’Amministrazione comunale di Mirabella Imbaccari in collaborazione con Promotergroup S.p.A. con la collaborazione di Bureau Veritas, primo ente di certificazione al mondo.  FoodArTur sarà un sistema certificato Bureau Veritas attraverso la previsione di una “Carta di valorizzazione di Mirabella Imbaccari”.

Obiettivo è dunque quello di promuovere, in maniera indotta un turismo di tipo esperienziale/enogastronomico/matrimoniale e di “ritorno” facendo conoscere i prodotti tipici siciliani e mirabellesi, unici nel loro genere e caratteristiche, ma anche peculiari nella coltivazione, al punto da fare della stessa produzione una vera forma d’arte da vivere e sperimentare.

Un progetto che grazie ad un sistema di servizi integrati accrescerà la visibilità e la valorizzazione del territorio.

 

Guarda il video dell'intervista: https://on-demand.tvrxenon.it/index.php/video/3779/stasera-con-mirabella-paese-albergo-progetto-foodartur-4-novembre-2021/

 

 

 

 

 

 

Pagina 1 di 23