GLOSSARIO

A-B

Aletheia
Alètheia s.r.l. è una società strumentale e interamente partecipata da Promotergroup S.p.A.
Opera nell’area della Formazione e della Consulenza dal 2005. È, inoltre, Provider ECM e Agenzia per il Lavoro Accreditata alla Regione Sicilia ed iscritta all'Albo Nazionale delle APL di ANPAL.
Progetta, organizza e gestisce azioni formative rivolte sia ai giovani, per favorire il loro ingresso nel mondo del lavoro, che alle persone occupate per adeguarne la professionalità al cambiamento organizzativo e tecnologico. La società è accreditata presso la Regione Siciliana per l’erogazione di servizi di orientamento, formazione continua, formazione a distanza, formazione specialistica post-diploma e post-laurea, sostegno all’inserimento lavorativo.
Agenzia per il lavoro

L’agenzia per il lavoro (abbreviazione APL), è un’impresa preposta all'attività di collocamento al lavoro. Svolge attività di somministrazione, intermediazione, ricerca e selezione del personale, formazione, orientamento professionale e attività di supporto alla ricollocazione professionale. Incrocia la domanda e l’offerta di lavoro e invia i dipendenti a favore delle società che ne fanno richiesta.

È un’attività regolata dalla legge e può essere esercitata solo da società regolarmente autorizzate dall’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive.

L’Agenzia per il lavoro Accreditata alla Regione Sicilia e iscritta all'Albo Nazionale delle APL di ANPAL di Promotergroup S.p.A. è Alètheia s.r.l.

Agente cancerogeno

Si definiscono cancerogeni gli agenti chimici che, per inalazione, ingestione o contatto, possono provocare neoplasie.

Vi sono poi diverse classificazioni degli agenti cancerogeni a seconda dell’evidenza della loro cancerogenicità sull’uomo.

C-D

CSP

Il coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione (CSP) è una figura chiave nei cantieri temporanei e mobili. Svolge i suoi compiti in fase di progettazione dell’opera dei lavori. Redige il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) cioè il documento che serve a regolare la sicurezza nel cantiere e il Fascicolo con tutte le caratteristiche del progetto, che include i piani per la prevenzione e la protezione dai rischi che potrebbero mettere in pericolo i lavoratori. La nomina del CSP è obbligatoria laddove vi sia una fase progettuale e la presenza di due o più imprese nello stesso cantiere.

CSE
Il coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione (CSE) è una figura professionale che, incaricata dal committente (o dal responsabile dei lavori), garantisce il rispetto delle norme di salute e sicurezza durante l'esecuzione del cantiere.
Il CSE controlla se il PSC (Piano di Sicurezza e Coordinamento) viene eseguito correttamente da tutti i dipendenti per l’intera durata dei lavori, coordinando e controllando che tutte le procedure di lavoro vengano applicate correttamente.
Dispositivi di protezione individuale (DPI)

I DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) sono dispositivi di sicurezza sul lavoro utilizzati per la protezione individuale, destinati ad essere indossati e tenuti dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi, suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro. Secondo l'allegato VIII del D.Lgs. n. 81/08, sono classificati in base alla parte del corpo che proteggono. Alcuni esempi di dispositivi di protezione individuale sono i guanti, il casco, gli inserti auricolari e gli indumenti catarifrangenti.

I dispositivi di protezione individuale si differenziano dai dispositivi di protezione collettivi che proteggono più individui, come ad esempio una cabina isolante o un parapetto di protezione contro le cadute.

DVR - Documento di valutazione dei rischi
Il DVR è il Documento di Valutazione Rischi che individua i possibili rischi presenti in un luogo di lavoro e serve ad analizzare, valutare e cercare di prevenire le situazioni di pericolo. L’elaborazione del DVR è uno degli obblighi inderogabili del Datore di Lavoro il quale si avvale, della figura Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) e del medico, previa consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS/RLST).
La mancata redazione del documento di valutazione dei rischi provoca lo stop all'attività d'impresa e sanzioni da un minimo di 3.000 fino ad un massimo di 15.000 Euro.
Datore di lavoro

Il datore di lavoro è quella persona che come fissato dal Testo Unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, D. lgs. 81/08, è titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore; è responsabile dell'organizzazione aziendale in quanto titolare dei poteri decisionali e di spesa.

E-F

Ergonomia

L'ergonomia è una disciplina che si occupa di studiare l'interazione tra gli elementi che caratterizzano un sistema di lavoro (uomo, macchina e ambiente) per analizzarne funzioni e interazioni, con lo scopo di migliorare le prestazioni del sistema e la soddisfazione complessiva dell'operatore. L’ergonomia si pone, pertanto, come una disciplina il cui obiettivo dichiarato è quello di rendere l’ambiente di lavoro e l’attività lavorativa tagliati su misura dell’operatore.

Formazione obbligatoria
La formazione obbligatoria di sicurezza sul lavoro è l’insieme di tutte quelle attività formative che permettono ad un’azienda di adeguarsi alle normative vigenti nel suo ambito operativo.
L’art.37 della Legge D.lgs. 81/2008 sancisce l'obbligo di formazione dei lavoratori in azienda in materia di sicurezza e salute per prevenire infortuni sul posto di lavoro. In particolare la legge prevede l’aggiornamento della formazione specifica dei lavoratori da effettuarsi ogni 5 anni per una durata di 6 ore indipendentemente dal rischio.

g-h

Green Recycling

Green Recycling srl è una start up innovativa che rompe il mercato e realizza quello che fino ad oggi è stato considerato impossibile: un’agricoltura intensiva sostenibile e rispettosa dell’ambiente. Green Recycling Intende realizzare un impianto innovativo adottando un nuovo processo per la separazione del materiale polimerico da scarti agricoli, detti “fratta del pomodoro estirpato dalle serre”; gli scarti che vengono bruciati illegalmente provocano le fumarole velenose.

Promotergroup S.p.A. ha sviluppato il progetto che è stato già finanziato da Invitalia tramite la misura Smart & Start e l’impianto è attualmente in fase di realizzazione e sarà attivo entro 1 anno.

Approfondisci Green Recycling: https://www.green-recycling.it/

HACCP

HACCP è l’acronimo di Hazard Analysis and Critical Control Point (analisi dei pericoli e punto critico di controllo) e identifica un metodo di autocontrollo igienico che ogni operatore nel settore della produzione, trasformazione, deposito, manipolazione, ecc. di alimenti deve mettere in atto, al fine di analizzare e stimare rischi e pericoli specifici (microbiologici, chimici e/o fisici) che possono determinare la non sicurezza degli alimenti. L'HACCP consente di tutelare la salute del consumatore. La formazione è indispensabile per rendere l'operatore consapevole di tutte le procedure HACCP.

i-l

Infortunio sul lavoro

Per infortunio sul lavoro si fa riferimento ad un danno alla salute del lavoratore che avviene per incidente e ne limita la funzionalità lavorativa. Si ha infortunio quando si verificano contemporaneamente tre caratteristiche: è prodotto da una causa violenta, provoca una lesione, è correlato all’attività lavorativa. Il danno è coperto da assicurazione INAIL.

Infortunio in itinere

L'infortunio in itinere consiste nell'infortunio occorso al lavoratore durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello di lavoro, oppure durante il normale percorso che collega due luoghi di lavoro se il lavoratore ha più rapporti di lavoro.
Ricade in questo ambito l’incidente stradale nel tragitto casa-lavoro.

Incidente

Per incidente si fa riferimento ad un avvenimento inatteso, per lo più con effetti dannosi, che interrompe il corso regolare di un'azione. In occasione di lavoro nel caso in cui si verifichino lesioni o malattie è denominato “infortunio”.

Nel caso in cui non causi lesioni o malattie ma potenzialmente potrebbe farlo può essere descritto come “mancato infortunio” o “near miss”. Sebbene possano esserci una o più non conformità correlate ad un incidente, lo stesso può verificarsi anche in assenza di non conformità.

“Scivolamenti, inciampi e cadute” sono le principali cause di infortuni e lesioni sul lavoro.

Luogo di lavoro

Il D. Lgs. n. 81/2008 – Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro – dedica il Titolo II ai luoghi di lavoro. Il luogo di lavoro è qualsiasi posto nel quale concretamente si svolge l’attività lavorativa. Comprende uno spazio fisico, come per esempio la sede di un’azienda, nonché ogni altro luogo di pertinenza dell’azienda o dell’unità produttiva accessibile al lavoratore nell’ambito del proprio lavoro.

Lavoratori sensibili
Con il termine lavoratori sensibili si fa riferimento a lavoratori che per la loro conformazione fisica o il loro stato di salute ma anche per situazioni temporanee, possono reagire maggiormente all’esposizione ai rischi.
Alcuni gruppi di lavoratori sono da considerarsi particolarmente sensibili al rischio da esposizione ai campi elettromagnetici, come ad esempio le donne in gravidanza o i lavoratori che portano dispositivi medici impiantati attivi. I lavoratori particolarmente sensibili al rischio sono in genere tutelati adeguatamente mediante il rispetto dei requisiti di protezione.

m-n

Marcatura CE

La Marcatura CE è l’indicazione di conformità del prodotto ai requisiti essenziali di sicurezza, salute e tutela dell'ambiente previsti dalle direttive o regolamenti comunitari pertinenti.

È richiesta per i prodotti realizzati ovunque nel mondo e commercializzati all'interno dell'UE. La marcatura CE è un obbligo del produttore, se ha la sede in Europa o dell’importatore, se il produttore ha sede fuori della Unione Europea, oppure del mandatario, nominato da produttore.

Il marchio riportante le lettere “CE” va apposto sul prodotto. Nel caso ciò non fosse possibile, a causa di piccole dimensioni, va posizionato sull’eventuale imballaggio e sull’eventuale documentazione di accompagnamento.

Medico Competente
Il medico competente è colui che avendone titolo e requisiti professionali, collabora con il datore di lavoro nella valutazione dei rischi di un’azienda ed effettua la sorveglianza sanitaria dei lavoratori. La nomina del Medico Competente è obbligatoria, indipendentemente dal numero di lavoratori, per le sole aziende nelle quali le attività produttive espongano i dipendenti a una tipologia di rischio richiedente, secondo la normativa, controlli medici periodici, allo scopo di attuare la Sorveglianza Sanitaria.

La mancata nomina del Medico Competente, da parte del datore di lavoro, è punita con sanzioni amministrative e penali.

Norma Tecnica

Una norma tecnica è un documento che stabilisce specifiche tecniche, linee guida o criteri per garantire la qualità, la sicurezza e l'efficienza di prodotti, servizi o processi in un settore specifico. Nel settore della sicurezza sul lavoro, le norme tecniche forniscono indicazioni precise su come progettare, implementare e gestire sistemi, attrezzature e procedure di sicurezza per garantire un ambiente di lavoro sicuro e conforme alle normative vigenti.

O-P

OIL

L'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO o OIL) è l'agenzia specializzata delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere il lavoro dignitoso e produttivo in condizioni di libertà, uguaglianza, sicurezza e dignità umana per tutte le donne e gli uomini.

I suoi principali obiettivi sono: promuovere i diritti dei lavoratori, incoraggiare l’occupazione in condizioni dignitose, migliorare la protezione sociale e rafforzare il dialogo sulle problematiche del lavoro.

Pericolo

Il pericolo è tutto ciò che può causare un danno: la proprietà o la qualità di una fonte (processo, attrezzatura, strumento, sostanza, agente chimico o fisico, ecc.) in grado di causare un danno alle cose o agli individui.
L’art. 2, lettera r, del decreto 81/08 definisce il concetto di pericolo in questo modo: “proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni”.
Sia i lavoratori che i datori di lavoro hanno la responsabilità di lavorare in sicurezza e di non mettere in pericolo gli altri, di conoscere i diritti e di partecipare all'attuazione di misure preventive.

Piano Operativo di sicurezza - POS

POS sta per Piano Operativo di Sicurezza ed è un documento obbligatorio redatto con l'obiettivo di descrivere le misure preventive e protettive da mettere in atto all'interno dei cantieri a tutela della salute dei lavoratori.

Viene redatto dal datore di lavoro. La mancata o errata elaborazione del POS porta a sanzioni.  Elaborare il POS quando si comincia un lavoro, permette di gestire il progetto in sicurezza senza problematiche burocratiche.

Q-R

QSA

QSA è l’acronimo di Qualità, Sicurezza e Ambiente o conosciuto anche come QHSE (dall'inglese Quality, Health, Safety, and Environment). Il termine si riferisce a un insieme di studi e implementa aspetti pratici che riguardano contemporaneamente la qualità di un processo produttivo, la protezione dell'ambiente e la sicurezza negli ambienti di lavoro.

In tale ambito, rivestono particolare importanza anzitutto le cosiddette norme cogenti e in secondo luogo le norme volontarie.

Rischio

Il rischio è un concetto probabilistico, è la probabilità che accada un certo evento capace di causare un danno alle persone. Più precisamente, per rischio s’intende il prodotto dell’entità di un pericolo per la probabilità che l’evento pericoloso si verifichi, quindi la probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione al pericolo. Si differenzia dal concetto di pericolo. Nel caso del pericolo si è in presenza di fattori capaci di provocare un potenziale danno, mentre nel caso del rischio esiste la probabilità che si presenti un danno a causa dell'impiego o della esposizione ad un fattore e/o agente.

RLS

RLS, acronimo di “Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza”, è una figura obbligatoria che ricopre un ruolo importante all’interno delle aziende; di fatto è il primo organo di controllo sull’efficienza del motore aziendale della sicurezza. L’elezione o la designazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) è un diritto-dovere dei lavoratori e non un obbligo a carico del datore di lavoro.

S-T

Sostanze pericolose

La definizione di "sostanza pericolosa" in ambito europeo e nazionale fa riferimento ai criteri di classificazione e, ovvero a principi convenzionali armonizzati attraverso provvedimenti normativi.

Viene classificata come sostanza pericolosa qualsiasi liquido, gas o solido che è in grado di provocare lesioni o danni a persone e/o cose. Alcune sostanze altamente pericolose, come ad esempio l’amianto, sono ormai vietate o rigorosamente controllate. Nel loro lavoro quotidiano, milioni di lavoratori in Europa vengono esposti a sostanze pericolose che possono provocare gravi lesioni o la morte per cause di vario genere.

Sorveglianza sanitaria

Il Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro definisce la sorveglianza sanitaria come l'insieme delle procedure mediche, finalizzate a tutelare lo stato di salute e sicurezza dei lavoratori, tenendo conto dei fattori di rischio professionale e alle modalità di svolgimento dell’attività lavorativa.

La Sorveglianza Sanitaria applicata alla medicina del lavoro ha la finalità di valutare l’idoneità lavorativa relativamente ad una determinata mansione alla quale sono correlati degli specifici rischi.

Tossicità

Per tossicità acuta s’intende la proprietà di una sostanza o miscela di produrre effetti nocivi che si manifestano in seguito alla somministrazione per via orale o cutanea di una dose unica o di più dosi ripartite nell’arco di 24 ore, o in seguito ad una esposizione per inalazione di 4 ore.

Tutte le sostanze possono provocare un danno su un organismo vivente, quello che permette di identificare una sostanza come tossica è la dose che provoca effetti nocivi.

U-V

Videoterminalista

Con il termine videoterminalista si fa riferimento ai lavoratori che fanno uso dei videoterminali (VDT), ossia di attrezzature munite di schermi alfanumerici e grafici, utilizzati per almeno 20 ore settimanali.

Numerosi studi hanno confermato che l’utilizzo costante del videoterminale può causare disturbi visivi, disturbi muscolo-scheletrici, fatica mentale e stress.

In particolare è a causa della luce proiettata dallo schermo, ma anche, indirettamente, della postura adottata, che i videoterminalisti possono essere potenzialmente a rischio di sviluppare patologie e disturbi della vista.

Visiotest

Il visiotest è un accertamento sanitario particolarmente efficace che permette di misurare con rapidità i parametri principali della funzionalità visiva ed individuare eventuali problemi o disfunzioni.

Rientra nella medicina del lavoro e si effettua comodamente con uno strumento chiamato visiotest, un piccolo macchinario che consente al medico competente di raccogliere informazioni sui principali parametri visivi del lavoratore e decretare se sia ancora idoneo a svolgere la mansione o se la vista si sta compromettendo.

Questa visita specialistica viene condotta dal medico competente sui lavoratori che devono svolgere le loro mansioni a contatto con monitor o videoterminali.