Visualizza articoli per tag: regione siciliana

NUOVO SELFIEMPLOYMENT: PRESTITI A TASSO ZERO PER GIOVANI, DONNE E DISOCCUPATI

Il Nuovo SELFIEmployment, operativo dal 22 febbraio 2021, finanzia con prestiti a tasso zero fino a 50.000 euro l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da NEET, donne inattive e disoccupati di lungo periodo, su tutto il territorio nazionale.

SOGGETTI BENEFICIARI

I beneficiari sono:

- NEET: giovani, che alla data della presentazione della domanda, hanno aderito al Programma Garanzia Giovani, e che risultano:

  • essere di età compresa tra i 18 e i 29 anni al momento della registrazione al portale nazionale o regionale del Programma Garanzia Giovani;
  • essere non occupati;
  • non essere inseriti in un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari);
  • non essere inseriti in alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione a un Albo o Ordine professionale.

 - Disoccupati di Lunga durata: età maggiore ai 18 anni in possesso al momento della presentazione della domanda dei seguenti requisiti:

  • hanno presentato, da almeno 12 mesi, una Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID) mediante il portale ANPAL, attraverso un centro per l’impiego o tramite un patronato;
  • non sono titolari di un contratto di lavoro subordinato o di partita IVA attiva ovvero sono lavoratori il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde a un'imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell'articolo 13 del testo unico delle imposte sui redditi di cui al D.P.R. n. 917/1986;
  • non fanno parte, in qualità di socio ovvero di amministratore, di una società iscritta al registro delle imprese e attiva.

 - Donne Inattive: donne di età maggiore ai 18 anni al momento della presentazione della domanda di finanziamento e che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • non sono titolari di un contratto di lavoro subordinato o di partita IVA attiva, ovvero sono lavoratrici il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde a un'imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell'articolo 13 del testo unico delle imposte sui redditi di cui al D.P.R. n. 917/1986;
  • non fanno parte, in qualità di socio ovvero di amministratore, di una società iscritta al registro delle imprese e attiva;

 

selfiemployment invitalia

 

ATTIVITÀ AMMISSIBILI

Produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di “franchising.

CODICI ATECO NON AMMESSI

  • Settori della pesca e dell’acquacoltura (codice ATECO sezione A divisione 03)
  • Produzione primaria in agricoltura (codice ATECO sezione A divisione 01 e 02)
  • Attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco (codice ATECO 2007, Sezione R divisione 92).
  • i settori della pesca e dell’acquacoltura che rientrano nel campo di applicazione del Regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio;
  • gli aiuti concessi a imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli;
  • gli aiuti a favore di attività connesse all’esportazione;
  • gli aiuti subordinati all’impiego di prodotti nazionali rispetto a quelli di importazione.

SPESE AMMISSIBILI

Tra le spese ammissibili rientrano gli investimenti materiali ed immateriali, nonché di capitale circolante.

Le spese in investimenti materiali e immateriali ammesse alle agevolazioni sono quelle inerenti l’acquisto di:

  1. a) beni mobili quali, strumenti, attrezzature e macchinari;
  2. b) hardware e software;
  3. c) opere murarie, entro il limite del dieci percento (10%) dell’ammontare delle spese di cui alle suddette lettere a) e b);

Le spese in capitale circolante ammesse alle agevolazioni sono quelle inerenti:

  1. a) la locazione di beni immobili e canoni di leasing;
  2. b) le utenze;
  3. c) i servizi informatici, di comunicazione e di promozione;
  4. d) i premi assicurativi;
  5. e) le materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti;
  6. f) i salari e gli stipendi;
  7. g) l’IVA non recuperabile.

NOTA:

Le attrezzature, i macchinari, i beni strumentali (hardware compresi) devono essere nuovi di fabbrica.

È possibile ammettere alle agevolazioni beni usati esclusivamente nella forma di autovetture/automezzi strettamente funzionali allo svolgimento delle attività di cui al progetto di investimento, purché forniti da rivenditori autorizzati (usato garantito), corredati da idonee dichiarazioni che gli stessi beni non siano stati oggetto di precedenti agevolazioni pubbliche e che offrano idonee e comprovate garanzie di funzionalità.

Le spese per risorse umane inerenti le retribuzioni lorde comprensive degli oneri contributivi, sono ammissibili solo qualora il Destinatario finale o le risorse non abbiano beneficiato e non beneficino di sgravi contributivi (es.: legge n. 407/90, legge n. 68/99), o bonus assunzionali in base a leggi nazionali o regionali o a progetti a finanziamento statale e/o regionale, nel periodo di durata del finanziamento affinché non sussistano delle sovrapposizioni di finanziamento per la medesima unità lavorativa.)

SPESE NON AMMISSIBILI

  • Spese inerenti all’acquisto di autovetture/automezzi destinati esclusivamente alla rivendita.
  • Spese relative a mezzi di trasporto merci su strada da parte di imprese che effettuano il trasporto di merci su strada per conto terzi.
  • Spese relative a beni o servizi acquistati da fornitori con cui intercorrano rapporti di controllo o di collegamento, o nella cui compagine sociale siano presenti soci o titolari di cariche nell’ambito del Destinatario finale, o coniugi e familiari conviventi.
  • Spese effettuate mediante il cosiddetto Contratto “chiavi in mano” ad eccezione dei contratti di “franchising”.
  • Interessi passivi.
  • Imposte
  • Tasse
  • IVA recuperabile.

AGEVOLAZIONE

L’intervento finanzia al 100% progetti di investimento con un importo compreso tra 5.000 e 50.000 euro:

  • Microcredito, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 5.000 ed i 25.000 euro (erogato in un'unica soluzione);
  • Microcredito esteso, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 25.001 ed i 35.000 euro (erogazione con anticipo di 25.000 € ed un saldo finale);
  • Piccoli prestiti, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 35.001 ed i 50.000 euro (erogato con un primo SAL per importo max 70% dell’investimento totale ed un successivo saldo finale).

DOTAZIONE FINANZIARIA

Linea 1 (PON IOG) = 23.036.066 € ripartiti in 12 (DODICI) comparti

  • Sicilia = 2.085.303,00 €

Linea 2 (PON SPAO) = 61.039.064,00 € ripartito in 3 (TRE) comparti

  • Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia = 52.969.172,00 €

Totale dotazione finanziaria = 84.075.130,00 €

Per maggiori informazioni potete contattarci allo 0932/862613, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o su www.promotergroup.eu/contatti 

Pubblicato in NEWS
Lunedì, 08 Febbraio 2021 11:14

CRIAS SCORTE IN AGRICOLTURA SICILIA

CRIAS SCORTE IN AGRICOLTURA SICILIA

L’agevolazione per l’acquisto di scorte in agricoltura copre il 100% dell’acquisto tra 5.000 e 300.000,00 euro.

 

Il Finanziamento a favore delle imprese agricole per la formazione di scorte è una specifica misura volta a facilitare l’acquisizione da parte di quest'ultime dei mezzi tecnici a fecondità semplice, la cui utilità cioè si esaurisce nel corso dell’esercizio produttivo, con un tempo di restituzione dei finanziamenti concessi che va al di là dell’annata agraria.

SOGGETTI BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  • imprenditori agricoli titolari di imprese agricole, iscritte presso la Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura al Registro delle imprese agricole, con sede in Sicilia, che abbiano costituito il fascicolo aziendale c/o uno dei Centri autorizzati di Assistenza Agricola (CAA) e siano titolari di un conto corrente bancario, con esclusione di Banco Posta;
  • Le imprese di produzione primaria sia in forma singola che associata;
  • Le imprese che operano nel settore della trasformazione, lavorazione e commercializzazione dei prodotti agricoli solo ed esclusivamente in forma associata.

 

SPESE AMMISSIBILI

Tra le spese ammissibili rientra l’acquisto di mezzi tecnici di produzione a logorio totale, tutti quei prodotti/materiali di consumo che esauriscono il loro effetto nel corso dell’annata di riferimento, cioè tutte le spese correnti sostenute nell’arco dell’annata agraria di riferimento finalizzate all’esercizio dell’attività agricola.

SPESE NON AMMISSIBILI

Tutte le spese che per cui il loro effetto scaturente dal loro impiego non si esaurisce entro l’annata agraria (concimi organici, ammendanti, correttivi) nonché tutti prodotti/mezzi tecnici con l’etichettatura non conforme od il cui uso è vietato dalla disposizione di legge vigenti.

AGEVOLAZIONE

Il sostegno è concesso sotto forma di Finanziamento agevolato con copertura 100% di durata 24 mesi di cui 3 di preammortamento.

L’intervento finanziario copre il 100% dell’acquisto tra 5.000 e 300.000,00 euro:

a) Produzione primaria, da €. 5.000,00 (CINQUEMILA/00) fino ad un massimo di €. 30.000,00 (TRENTAMILA/00)

b) Lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli da €. 5.000,00 (CINQUEMILA/00) fino ad un massimo di €. 300.000,00 (TRECENTOMILA/00)

c)Imprese agricole che esercitano attività agrituristiche, da €5.000,00 (CINQUEMILA/00) fino ad un massimo di € 300.000,00 (TRECENTOMILA)

 

Per maggiori informazioni potete contattarci allo 0932/862613, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o su www.promotergroup.eu/contatti

 

 crias agricoltura scorte agricole

 

 

 

 

Pubblicato in NEWS

SOTTOMISURA 2.1 PSR SICILIA: FONDI PER SERVIZI DI CONSULENZA IN AGRICOLTURA

La sottomisura 2.1 ha una dotazione finanziaria di € 3.000.000,00. Tale budget di contributi e fondi perduti verrà ripartito al 50% tra Enti pubblici ed Enti privati.

 

La misura 2 - sottomisura 2.1 “Sostegno allo scopo di aiutare gli aventi diritto ad avvalersi dei servizi di consulenza” è attuata nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sicilia 2014/2020 ed ha come obiettivo quello di fornire all’impresa, attraverso la consulenza, una soluzione tecnica concreta e puntuale in ambito agricolo volta a risolvere una specifica problematica aziendale.

SOGGETTI BENEFICIARI

I beneficiari sono i prestatori dei Servizi di consulenza “Organismi di consulenza”, dotati di una struttura adeguata, in termini di personale qualificato e regolarmente formato, nonché di esperienza, affidabilità nonché aggiornate capacità professionali, sia a livello teorico che operativo, a svolgere l’attività di consulenza sulle tematiche di interesse.

DESTINATARI FINALI

Gli imprenditori agricoli e forestali, i giovani agricoltori, i gestori del territorio, le PMI insediate nelle zone rurali. Gli agricoltori che vogliono usufruire di un servizio di consulenza devono essere in possesso del requisito di “agricoltori attivi” e controfirmare una Contratto di consulenza con l’Organismo di consulenza prescelto La priorità del servizio di consulenza va data ai beneficiari delle misure 3, 4, 5, 6, 8, 10, 11, 13, 15 e 16del PSR 2014/20.

Il destinatario del servizio di consulenza può aderire ad un solo progetto di consulenza pena l’esclusione da ogni beneficio e la conseguente riduzione del sostegno concesso agli Organismi di consulenza titolari dei progetti di consulenza cui lo stesso destinatario ha aderito.

SPESE AMMISSIBILI

Il costo unitario standard (UCS) comprendente:

1) la remunerazione del consulente;

2) le spese di viaggio sostenute dal consulente per recarsi all’azienda/impresa del destinatario finale;

3) le spese indirette/generali rappresentate dall’insieme dei costi indiretti, ovvero non attribuibili al singolo servizio di consulenza; rientrano in questa categoria le attività di coordinamento e amministrazione, le spese di manutenzione dei locali, gli affitti, ecc.

AGEVOLAZIONE

Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale pari al 100% delle spese ammesse e realizzate. Il costo massimo delle consulenze di base e/o specialistiche erogate ad ogni singola impresa non può superare il valore di 1.500,00 euro secondo il prospetto seguente:

Consulenza di base € 540,00 max

Consulenza specialistica € 960,00 max

La spesa ammissibile è calcolata sulla base del valore unico UCS individuato per l’identificazione della spesa ammissibile del servizio di consulenza è pari a €54,00/ora (IVA esclusa).

SCADENZA

16 Aprile- entro il 31 gennaio da individuare i consulenti e accreditare le sedi operative

DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse finanziarie stanziate ammontano a € 3.000.000,00 di cui € 1.815.000,00 di quota FEASR. Tale budget di €. 3.000.000,00 verrà ripartito al 50% tra Enti pubblici ed Enti privati.

Promotergroup S.p.A. sempre a supporto degli agricoltori che sono alla ricerca di un servizio di consulenza.

Per maggiori informazioni potete contattarci allo 0932/862613, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o su www.promotergroup.eu/contatti

 

 misura psr 2.1 consulenza agricola

 

 

 

 

Pubblicato in NEWS

REGIONE SICILIANA: FONDI PERDUTI PER MIGLIORARE LA GESTIONE IDRICA DELLE AZIENDE AGRICOLE

Al via le agevolazioni destinate alle imprese agricole per la realizzazione e il miglioramento dei “laghetti aziendali/interaziendali”.

 

La Regione Sicilia con il nuovo bando a fondo perduto "Interventi a supporto delle imprese agricole contro la siccità e la gestione della risorsa idrica per scopi irrigui e per l'allevamento” si pone l’obiettivo di potenziare la raccolta e la gestione dell’acqua a livello aziendale e interaziendali attraverso la creazione di bacini di accumulo di piccola e media dimensione (cd. laghetti collinari) al fine di valorizzare le risorse idriche naturali.

SOGGETTI BENEFICIARI

Gli agricoltori, persone fisiche e giuridiche (società agricola di persone, capitali o cooperativa di produzione, costituite in conformità alla legislazione vigente). I soggetti devono essere in possesso di un fascicolo aziendale aggiornato alla data di presentazione dell’istanza, titolari di partita IVA con codice di attività agricola, iscritti alla CCIAA e all’INPS.

ATTIVITÀ AMMISSIBILI

realizzazione e/o miglioramento di “laghetti aziendali/interaziendali” per l'accumulo e la distribuzione di acque per l'irrigazione e l'allevamento ivi comprese le opere accessorie connesse, con esclusione degli impianti di irrigazione.

SPESE AMMISSIBILI

- realizzazione e/o miglioramento di “laghetti aziendali/interaziendali” per l'accumulo e la distribuzione di acque per l'irrigazione e l'allevamento ivi comprese le opere accessorie connesse, con esclusione degli impianti di irrigazione.

- spese generali, che possono essere ammesse a contributo sino alla percentuale massima del 12% dell'importo dei lavori, al netto delle spese stesse, e che siano strettamente necessarie e funzionali alla realizzazione dell’investimento.

- spese per garanzie fideiussorie per la concessione di anticipi;

- spese inerenti l'obbligo di informazione e pubblicità sugli interventi finanziati dal FEASR (targhe, cartelloni, ecc.)

AGEVOLAZIONE

La dimensione finanziaria massima dell’investimento complessivo non potrà eccedere 300.000 euro.

L'intensità di aiuto è limitata al 50% dell'importo dei costi ammissibili. Tale aliquota può essere maggiorata di 20 punti percentuali per:

  • i giovani agricoltori o gli agricoltori già insediati nei cinque anni precedenti la domanda di aiuto;
  • investimenti collettivi;
  • investimenti in zone soggette a vincoli naturali e ad altri vincoli specifici.

Per la quota a carico del beneficiario (50% o 30%), l’IRFIS potrà intervenire sulla Copertura del fabbisogno finanziario connesso a programmi di investimento:

Finanziamento a medio-lungo termine con erogazioni in unica soluzione o per stato avanzamento lavori. Sino ad un massimo di 12 anni, ivi compreso un periodo di utilizzo e preammortamento massimo di 2 anni

Rate Trimestrali comprensive di capitale ed interessi

Tasso d’interesse calcolato sulla base del tasso di mercato calmierato nella misura del 1,9%.

Apporto di eventuali garanzie.

Spese per eventuale perizia tecnica a carico dell’impresa richiedente

Spese di istruttoria 1,5% dell’importo del finanziamento richiesto

Gli aiuti di cui al presente regime di aiuto possono essere cumulati:

    a) con altri aiuti di Stato riguardanti diversi costi ammissibili individuabili;

    b) con altri aiuti di Stato riguardanti gli stessi costi ammissibili, in tutto o in parte coincidenti, unicamente se tale cumulo non porta al superamento dell’intensità dell’aiuto o dell’importo di aiuto più elevati applicabili agli aiuti stessi in base al regolamento (UE) n. 702/2014;

   c) con altri aiuti di Stato senza costi ammissibili individuabili.

Gli aiuti di cui al presente regime non sono cumulabili con aiuti “de minimis” relativamente agli stessi costi ammissibili, se tale cumulo porta a un’intensità di aiuto superiore ai livelli stabiliti dal regolamento (UE) n. 702/2014

SCADENZA: 01 febbraio 2021 al 20 marzo 2021;

 

PREMIALITA’

Soggetto/i proponente l’investimento

- Imprenditori agricoli professionali (I.A.P.) o da coltivatori diretti

- Soggetti in possesso di titolo di studio professionale specifico (es. laurea Scienze Agrarie) o diploma(perito agrario/agrotecnico)

Adesione a regimi di qualità dei prodotti e dei processi

Aziende assoggettate al regime di agricoltura biologica (BIO) e che aderiscono anche ad altri sistemi di qualità di prodotto (DOP, IGP, DOCG, DOC, IGT, SQN Zootecnia, SQN Produzione integrata) o QS (qualità sicura garantita dalla Regione Siciliana) o altri sistemi di qualità di processo (ISO 9001, ISO 14001, ISO 22000, ISO 22005, ISO 28000, MPS o altri).

Giudizio di convenienza dell’investimento redatto secondo metodologia dell’estimo agrario

A parità di punteggio saranno attribuite in ordine decrescente le seguenti priorità:

  • soggetto richiedente o legale rappresentante anagraficamente più giovane
  • imprese agricole che propongono la realizzazione degli interventi su beni confiscati alla criminalità organizzata
  • domanda di aiuto presentata per prima “farà fede la data e l’ora di arrivo della PEC”.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

20 milioni di euro del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) Sicilia

 

Per maggiori informazioni potete contattarci allo 0932/862613, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o su www.promotergroup.eu/contatti

 

 bando regione siciliana

 

 

 

 

Pubblicato in NEWS