Giovedì, 17 Giugno 2021 13:13

EMPLOYEE BRANDING: VERONICA TUCCIO

 

Oggi vi presentiamo uno dei membri del Consiglio di Amministrazione di Promotergroup S.p.A.: Veronica Tuccio.

Veronica oltre ad essere Membro del CdA è anche Coordinatrice generale delle seguenti Aree: Finanza & Sviluppo d'impresa e Supporto alle P.A., Progettazione e Formazione. Inoltre ricopre anche il ruolo di Delegata dal CdA alla gestione dei rapporti con le società partecipate da Promotergroup S.p.A..

Precisa e affidabile ha sempre avuto una predisposizione naturale alle materie scientifiche e matematiche che l’ha portata ad intraprendere un percorso di studi in ambito economico-aziendale e ad approcciarsi con naturalezza alle varie mansioni e ruoli ricoperti in Promotergroup S.p.A. lungo tutto il suo percorso di crescita.

Conosciamo meglio Veronica

Veronica arriva in Promotergroup S.p.A. nel luglio del 2010, al termine del percorso di studi universitari, giovane e con la testa piena di sogni, entusiasta e con la voglia di conquistare il proprio posto nel mondo del lavoro...e dopo 11 anni i sogni non sono svaniti ma hanno invece preso forma diventando concreti obiettivi da raggiungere. Veronica è particolarmente aggrappata a valori che, purtroppo, oggi non sono così scontati come si crede, ovvero educazione, umiltà e profondo rispetto di chi c'è intorno. È empatica, a volte timida e introversa, ma di certo non fa passi indietro di fronte a nulla! Il suo essere dolce e riservata forse inganna un po', perché chi impara a conoscerla con certezza direbbe che l’aggettivo che più la rappresenta è Testarda, se ha qualcosa in mente, niente e nessuno è in grado di smuoverla!

Si definisce una persona determinata e infinitamente paziente, intraprendente, energica e perseverante. Le piace vivere il lavoro come un fosse un bellissimo viaggio, mettendo tanta passione in tutto ciò che fa e mostrando estrema curiosità per tutto ciò che le sta intorno. Nel tempo libero ama leggere e anche scrivere. Una cosa che sanno in pochi è che Veronica in prima media vinse anche un premio indetto dagli istituti scolastici della provincia di Ragusa dal titolo “Poeti in erba”.

“Devo ammettere che questa mia caratteristica sembra avermi perseguitato fino ad oggi, e quasi come se il destino volesse farmi uno strano scherzo, da diversi anni ricopro il ruolo di Responsabile Progettista. Sorrido mentre penso che un giorno forse capirò se ho fatto un buon lavoro trovando un connubio tra quella parte di me sognante e fantasiosa e quella più concreta e realistica, riuscendo a trovare quasi sempre, in modo molto naturale, le parole giuste per dire ciò che vogliamo dire (pardon, scrivere)!”.

Raccontaci un aneddoto, una vicenda in particolare, in merito al tuo legame con Promotergroup S.p.A.

“In questi anni di aneddoti ne ho raccolti molti! Ma se devo raccontarne solo uno penso ad Expo 2015... Promotergroup S.p.A. non è mai stata una classica società di consulenza, non offriamo semplicemente servizi ma Soluzioni che mirano allo sviluppo non solo di imprese private ma anche di enti locali e soggetti pubblici. Non è solo uno slogan, è proprio il nostro modo di lavorare e di approcciarci ad ogni singolo committente che ci distingue dal mercato e poniamo attenzione su tutto ciò che può portare sviluppo nel territorio. Già in quegli anni siamo stati fautori di azioni di sviluppo locale e abbiamo realizzato diversi progetti volti alla promozione e valorizzazione dei prodotti della nostra terra, del nostro pescato e del nostro turismo. Fu proprio nell’ambito di questi progetti, alla cui predisposizione e progettazione ho partecipato in prima persona, che fu data l’opportunità di partecipare ad Expo, insieme alla Regione Sicilia, ad aziende locali rappresentando una bellissima vetrina per il nostro territorio. Da allora non ci siamo più fermati e continuiamo a lavorare assiduamente in progetti che mirano a promuovere l’identità territoriale e il patrimonio culturale e naturalistico, oggi in un’ottica sempre più orientata all’innovazione e alla sostenibilità”.

Come vedi il tuo rapporto con l’azienda?

“Una grande forza di Promotergroup S.p.A. è quella di accoglierti come una famiglia e sostenere ogni singolo collaboratore nel suo percorso di realizzazione personale e professionale. In Promotergroup S.p.A. il successo di uno è il successo di tutti, e se uno ha un problema allora il problema è di tutti e tutti lavoreranno per risolverlo. Come nelle migliori squadre nessuno è lasciato indietro e le sfide sono una costante nella nostra realtà! È banale dire che Promotergroup è casa, ma non esistono parole più semplici per descrivere quel particolare posto nel mondo in cui ci si sente davvero al sicuro e si ritrova la propria identità. Il rapporto con Promotergroup S.p.A. è cresciuto insieme a me: l’azienda in cui solo lavoravo è diventata la mia azienda, e sono orgogliosa di aver preso parte alla grande trasformazione che ci ha portato ad essere una Società per Azioni. Ricordo con forte emozione quando il Presidente, Gianni Polizzi fece il mio nome per il CdA volendomi al suo fianco in questa nuova e delicata sfida. Ma non c’è verità più bella del fatto che al suo fianco ha oltre 50 professionisti, persone che non lavorano soltanto per un’azienda, ma per una cultura da condividere, una realtà di cui essere orgogliosi, un sistema di valori in cui credere”.

Quali sono i tuoi sogni/obiettivi futuri?

“Se devo pensare a obiettivi personali, spero di riuscire a consolidare tanti aspetti della mia vita personale e lavorativa, imparare a organizzare sempre meglio il mio tempo, il mio lavoro e quello del mio team. Studio molto e spero di poter essere un utile punto di riferimento proprio per le mie competenze e esperienze vissute.  Mi viene naturale, però, aggiungere a tutto questo gli obiettivi di crescita aziendali, perché li sento miei al pari dei sogni che tengo nel cassetto. Lavoriamo assiduamente per affermarci come un nuovo modello organizzativo basato sulla costante crescita professionale dei propri collaboratori, sulla ricerca e formazione di nuovi talenti che possano diventare gli esperti del nostro domani, sulla ricerca e innovazione, sull’impegno ad includere nel nostro core business, oltre a quella economica, anche una dimensione sociale e ambientale. Si tratta di un obiettivo molto importante per noi che porta ad un vero e proprio cambiamento culturale del modo di fare impresa, ci spingiamo sempre a ragionare in una prospettiva di lungo periodo, lavoriamo con costanza per apportare innovazioni e trasformare in servizi concreti le più semplici intuizioni,  e, in qualità di Benefit Corporation, abbiamo orientato il nostro interesse verso strategie di sviluppo sostenibile d’impresa che ci fanno sentire davvero parte di un sistema globalizzato”.

Cambiamento

Il cambiamento per Veronica è crescita, evoluzione, progresso. Viviamo in un mondo dove tutto cambia velocemente, tutto si evolve con rapidità e, come persone, dobbiamo necessariamente imparare a seguire il cambiamento ed evolverci insieme al contesto. Veronica ha incontrato e continua ad incontrare diverse “difficoltà a cambiare” lungo tutto il suo decennale percorso lavorativo, ma non si è mai scoraggiata perché ha maturato la consapevolezza che tali difficoltà sono del tutto normali. Per uscire dalle zone di comfort serve tanta forza di volontà e anche un pizzico di coraggio e, perché no, le giuste persone accanto che ti spronino e ti aiutino ad affrontare con razionalità le situazioni di disagio che un cambiamento può far vivere.

Einstein diceva “L'INTELLIGENZA SI MISURA DALLA CAPACITA' DI CAMBIARE QUANDO È NECESSARIO...” ecco, quando Veronica pensa al cambiamento, pensa all’impegno che tutti siamo tenuti a mettere nel capire quando è necessario cambiare e a come trovare in noi la motivazione giusta che ci spinga verso il cambiamento.

Ci racconti il progetto più sfidante a cui hai partecipato?

“L'Area Ricerca & Sviluppo! Ricerca, studio e dedizione sono elementi imprescindibili nel nostro lavoro.  IL MONDO È DI CHI CONOSCE è solito dire il nostro Presidente, e in queste semplici parole è racchiusa l’estrema voglia di studiare, di imparare, di sapere, di trovare...e quando non si trova, di inventare! Nell’ultimo anno avremmo potuto fare come molti, rimanendo fermi a guardare gli effetti della pandemia su tutto il sistema produttivo nazionale, invece non ci siamo scoraggiati e abbiamo sfruttato a nostro vantaggio il non poter uscire dall’ufficio. Il risultato sono stati ben tre brevetti industriali in tre differenti aree/settori core della nostra azienda. Personalmente sono rimasta mesi rinchiusa in una stanza con alcune delle menti più eccelse e folli del nostro team e ogni singolo giorno è stato davvero entusiasmante, sia per quanto fatto, ma soprattutto per quanta potenzialità ci siamo resi conto di avere. Sfidante è stato vedere oltre a dove vedono gli altri, sfidante è stato cercare qualcosa che ancora non c’era, sfidante è stato sentirsi parte di un processo di evoluzione nel modo di erogare servizi che rende Promotergroup S.p.A. una global service in netto contrasto con il mercato attuale”.

Letto 1471 volte Ultima modifica il Giovedì, 17 Giugno 2021 13:39