Giovedì, 07 Ottobre 2021 13:11

EMPLOYEE BRANDING: EMANUELE CANZONIERI

 

EMPLOYEE BRANDING: EMANUELE CANZONIERI

 

L’essere un creativo è il tratto caratteristico di Emanuele Canzonieri, Responsabile Comunicazione, Eventi e Marketing. Questo tratto caratteristico gli consente di trovare idee o soluzioni combinando gli elementi a disposizione e trasformandoli in qualcosa di nuovo e funzionale.  Emanuele come ogni creativo che si rispetti vive ogni giorno una "lotta" tra emisfero destro e sinistro del suo cervello: il giusto mix tra precisione e meticolosità (che a detta di molti sfocia in pignoleria) e disordine e caos che fanno di Emanuele la persona che è oggi.

Conosciamo meglio Emanuele

Emanuele arriva in Promotergroup S.p.A. a settembre del 2017. Conosce Promotergroup grazie a uno dei suoi migliori amici che lavorava già all’interno da alcuni anni (e ci lavora tuttora) che lo informò di una posizione aperta riguardante la sua figura professionale…e dopo quasi due anni come Graphic Designer freelance ha deciso di inviare la sua candidatura. Dal colloquio con Gianni Polizzi, Presidente di Promotergroup S.p.A. sono già passati più di quattro anni e, oltre ad essere cresciuto professionalmente e umanamente, ha fatto crescere anche Promotergroup soprattutto in termini di Brand Reputation, arrivando ad essere nominato Responsabile Comunicazione, Eventi e Marketing.

La sua passione principale è il Graphic Design, lavorare alla costruzione di un brand partendo dal logo e costruendo attorno tutta l'immagine coordinata. Altre passioni sono la musica, che rappresenta uno dei suoi più grandi rimpianti per aver abbandonato la chitarra troppo presto, ma che riesce a sopperire ascoltando svariati generi e andando ai concerti (pandemia permettendo); il calcio, in particolare l'Inter, che segue sempre in tv e, quando può, pure allo stadio. Negli anni ha sviluppato una passione per il gin, andando sempre alla scoperta di nuovi prodotti e nuovi mix di botaniche.

Raccontaci un aneddoto, una vicenda in particolare, in merito al tuo legame con Promotergroup

“In questi quattro anni le sfide intraprese all'interno di Promotergroup S.p.A. sono state innumerevoli: quasi ogni giorno è diverso dall'altro e c'è la possibilità di lavorare su cose diverse parallelamente. La vicenda che mi è rimasta più impressa è però recente, di fine maggio scorso: eravamo appena tornati dal matrimonio di una collega quando il Presidente ci ha comunicato sul gruppo aziendale che eravamo stati candidati da Le Fonti Awards per la categoria Eccellenza dell'Anno/Consulenza & Leadership - Sicurezza sul lavoro, premio che poi abbiamo vinto a luglio. Oltre al merito del Presidente e dei consulenti, la cosa ha riempito d'orgoglio me e la mia collega che ci occupiamo di comunicazione per il lavoro svolto, soprattutto, durante l'ultimo anno in termini di presenza massiva online ma anche su quotidiani nazionali e riviste di settore che hanno posto maggiore attenzione sulla realtà Promotergroup S.p.A.”.

Come vedi il tuo rapporto con l’azienda?

“Da quando sono in Promotergroup S.p.A., lavorando quasi sempre a stretto contatto con il Presidente, e dovendo lui approvare il mio lavoro, ho imparato a conoscerlo, a capire cosa richiede e ultimamente anche a consigliarlo. La mia stima verso di lui non è potuta che crescere, visto i grandi progetti che ha in mente e che si vanno sviluppando giornalmente”.

Un altro aspetto caratterizzante del ruolo di Emanuele è quello di interfacciarsi con tutte le diverse aree presenti in Promotergroup S.p.A.; questo lo ha portato in questi anni a rapportarsi, scegliendo il miglior approccio, con ognuno dei dipendenti.

Ci racconti il progetto più sfidante a cui hai partecipato?

“Come detto in precedenza Promotergroup S.p.A. è sinonimo di progetti sfidanti. Ma di sicuro la sfida più grande è arrivata già all'inizio della mia avventura in Promotergroup: prendere in mano tutta la comunicazione aziendale, partendo praticamente da zero, creando un'immagine coordinata (brochure, biglietti da visita, gadget vari, ecc.), migliorando il sito istituzionale e i canali social, in modo da rappresentare Promotergroup nel miglior modo possibile”.

Cambiamento

Per Emanuele il cambiamento è molto spesso un'uscita dalla propria comfort zone, una rottura delle abitudini del vivere quotidiano. Cambiare è necessità: periodici cambiamenti dovrebbero sempre essere apportati alla nostra vita per consentire un'evoluzione e una crescita. Un cambiamento, per Emanuele è il risultato di stimoli derivanti dall'ambiente in cui si vive: più stimoli positivi si ricevono più si ha voglia di cambiare la propria posizione all'interno di quell'ambiente e di conseguenza si avrà sempre più voglia di fare. Uno dei cambiamenti più importanti della vita di Emanuele è stato, dopo la laurea, dover tornare a vivere in Sicilia: fin dal liceo si era prefissato di andare a studiare fuori e di rimanere a lavorarci. Purtroppo per svariati motivi questo non è stato possibile e per alcuni anni l'ha vissuta come un fallimento. Per fortuna ha conosciuto una realtà come Promotergroup S.p.A., diversa da tutto ciò che si può trovare nel panorama siciliano e l'idea di aver fallito è andata pian piano sostituendosi con l'idea di essere riuscito a combinare qualcosa anche in Sicilia.

"Ringrazia gli ostacoli che incontri, perché divorano i tuoi limiti" - Alejandro Jodorowsky

Quali sono i tuoi sogni/obiettivi futuri?

“Il mio obiettivo per il presente è riuscire a crescere sempre più professionalmente e di conseguenza far crescere la Brand Reputation della società. Se guardo ad un futuro lontano il sogno è sempre quello di lavorare per un’agenzia di comunicazione, o di riuscire ad aprirne una mia”.

 

Letto 490 volte Ultima modifica il Giovedì, 07 Ottobre 2021 13:21